Fondazione Commercialisti Italiani

 

Follow us on Facebook!
 

Questa rottamazione non s'ha da fare

Questa rottamazione non s'ha da fare

In un panorama legislativo fiscale dove il principio costituzionale di uguaglianza talvolta latita, ad arricchire la schiera delle disparità ci ha pensato il D.L. 193/2016 che, all'art. 6, ha previsto la definizione agevolata dei ruoli, ovvero la meglio conosciuta rottamazione delle Cartelle di Equitalia.
Fra le numerose lacune genetiche in materia, il D.L. 196 ne vanta una che viola proprio il principio di uguaglianza stabilito dall'art. 3 della Costituzione. La violazione è contenuta nell'art. 6 ter che ha assegnato ai Comuni la facoltà di deliberare in merito alla rottamazione delle ingiunzioni fiscali non assegnate ad Equitalia. La presenza o l'assenza della delibera comunale crea una disparità di trattamento in quanto due cittadini - residenti uno in un Comune deliberante (es. Lecce), ed uno in un Comune non deliberante (es. Livorno) - subiscono differenti trattamenti per il medesimo illecito.
Fra i Comuni che non hanno deliberato è emblematico proprio il caso di Livorno.
Qui, per esempio, la Giunta Comunale ha deciso di non aderire alla possibilità di rottamare le ingiunzioni fiscali, e quindi di non deliberare in merito.
I cittadini livornesi pertanto, al contrario di quelli leccesi, avranno la possibilità di rottamare le Cartelle di Equitalia, ma non potranno sanare le pendenze con il Comune relative alle ingiunzioni fiscali costituite da imposte, sanzioni, interessi e spese di notifica.
Non ritenendo condivisibili le motivazioni a sostegno della decisione della Giunta livornese, ne spieghiamo i motivi.
Un consigliere comunale dell'opposizione, preso atto del silenzio della Giunta sul tema, ha presentato una interpellanza per conoscerne le intenzioni.
Il Consiglio comunale si è riunito lo scorso 23 gennaio ma la Giunta non si è espressa, facendo cadere nel vuoto la possibilità per i cittadini di non pagare le somme dovute a titolo di sanzioni.
In un articolo pubblicato sul quotidiano locale “Il Tirreno” in data 23.02.2017, si legge che l’Assessore al Bilancio del Comune di Livorno, rispondendo ad una domanda di un consigliere comunale non ha ravvisato gli estremi per aderire alla rottamazione delle sanzioni sui tributi locali.
Nella stessa data, il Sindaco di Livorno ha pubblicato un post su facebook che rimanda ad un video, nel quale l’Assessore al Bilancio spiega la scelta della Giunta livornese.
Il Sindaco e l’Assessore sostengono - con il post ed il video pubblicati su facebook - che la rottamazione somiglia molto ad un condono mascherato, pensato per favorire non chi è in difficoltà ma chi ha voluto fare il furbo.
Per inciso, il leader del M5S Beppe Grillo nel suo blog del 01.11.16 ha sostenuto che “la sanatoria delle cartelle, poi, è un condono per i grandi evasori, perché saltano le sanzioni. Un vero favore a chi non dichiara affatto (tipico dei furbetti, mentre invece l'artigiano che non ce la fa a pagare, di norma dichiara ma non versa)”.
Dal punto di vista tecnico, le dichiarazioni di cui sopra lasciano perplessi anche per l'uso improprio del vocabolo “evasore” di cui diremo in seguito.
Cominciamo col dire che tecnicamente, fra un condono ed una definizione agevolata delle sanzioni e degli interessi di mora, la differenza è abissale..

… L’intero testo è consultabile nell’area riservata del sito web.

.

               
Home Page Rassegna Stampa Comunicati Convegni Iscriviti Contatti
Fondazione Commercialisti Italiani FONDAZIONE COMMERCIALISTITALIANI
CF 94174870488 - PIVA 01697560496 - Numero REA 150515 CCIAA di Livorno
Scali degli Olandesi 18, 57125 Livorno | Tel. 0586.891762, Fax 0586.882512
E-mail Sede: info@fondazioneci.it - Segreteria: segreteria@fondazioneci.it - PEC: segreteria@pec.fondazioneci.it
Tel. 0586.891276, Fax 0586.891280
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200