Fondazione Commercialisti Italiani

 

Follow us on Facebook!
 

In campagna elettorale sul Fisco si promette di tutto,  perfino di abrogare ciò che è già abrogato.

In campagna elettorale sul Fisco si promette di tutto, perfino di abrogare ciò che è già abrogato.

Sgravi per la famiglia, IRES al 22%, flat tax al 15%, anzi al 20%, no... forse al 23%, aumento delle detrazioni fiscali, abrogazione dell'IRAP e delle tasse universitarie, riduzione degli scaglioni IRPEF, aumento della no tax area, abrogazione della tassa di proprietà sulle auto, concordati di massa, IMU detraibile per i capannoni (e per gli studi professionali no?), abrogazione degli studi settore e dello spesometro, pace fiscale, taglio delle agevolazioni fiscali (e questo ci spaventa non poco), rottamazione cartelle ad ampio raggio etc.. L'elenco delle promesse non ha fine.
I promittenti il miracolo fiscale hanno ancora qualche giorno di tempo per allungare la lista. Chissà quale altro botto tengono in serbo per gli ultimi giorni.
Al di là della celia, ci chiediamo: ma gli italiani crederanno davvero a questo mare di promesse?
Addentrandoci nel tecnico e analizzando le promesse, due di loro catturano la nostra attenzione.
Parliamo dell’abrogazione degli studi di settore e di quella dello spesometro e provengono dal candidato premier del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio.
Vediamole.
La Legge di Bilancio 2018, n. 205/17, prevede il differimento al 2018 dell’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità (ISA) che avrebbero dovuto sostituire e quindi abrogare, un primo blocco di studi di settore già dal 2017.
Ma, “al fine di assicurare a tutti i contribuenti un trattamento fiscale uniforme e di semplificare gli adempimenti dei contribuenti e degli intermediari” è stato deciso di posticipare tutto al 2018.
Quindi, dal corrente anno 2018 tutti i contribuenti con partita IVA non saranno più soggetti agli studi di settore, in quanto abrogati e sostituiti dagli ISA.
Allora ci domandiamo: come si fa ad abrogare gli studi di settore se sono già stati abrogati? Forse l'On.le Di Maio intende abrogare gli studi di settore già dal periodo d’imposta 2017?
Oppure voleva dire che è sua intenzione abrogare gli ISA che sostituiranno gli studi di settore dall’anno 2018?
Attendiamo spiegazioni.
Sempre la Legge di Bilancio 2018 prevede che dal 01.01.2019 le cessioni di beni e le prestazioni di servizi che intercorrono tra soggetti residenti e con partita Iva in Italia, devono essere documentate esclusivamente da fatture elettroniche tramite il Sistema di Interscambio. Tale obbligo è anticipato al 01.07.2018 per le cessioni di benzina e gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori e alle prestazioni rese da soggetti subappaltatori/subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi, forniture stipulato con una Pubblica amministrazione.
La Legge dice anche che dal 01.01.2019 è abrogato lo spesometro di cui all’art. 21 del DL 78/2010.

… L’intero testo è consultabile nell’area riservata del sito web.

.

               
Home Page Rassegna Stampa Comunicati Convegni Iscriviti Contatti
Fondazione Commercialisti Italiani FONDAZIONE COMMERCIALISTITALIANI
CF 94174870488 - PIVA 01697560496 - Numero REA 150515 CCIAA di Livorno
Scali degli Olandesi 18, 57125 Livorno | Tel. 0586.891762, Fax 0586.882512
E-mail Sede: info@fondazioneci.it - Segreteria: segreteria@fondazioneci.it - PEC: segreteria@pec.fondazioneci.it
Tel. 0586.891276, Fax 0586.891280
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200