Fondazione Commercialisti Italiani

 

Follow us on Facebook!
 

La favola della riduzione delle tasse

La favola della riduzione delle tasse

Mentre il giorno delle elezioni politiche si avvicina velocemente, i partiti politici si contendono lo spazio in televisione e sui giornali promettendo agli italiani anche l’irrealizzabile.
Noi voliamo basso, chiediamo soltanto due cose ed entrambe realizzabili.
La prima: nessuna norma fiscale deve essere retroattiva, neanche in deroga allo Statuto del contribuente;
La seconda: non deve più esistere alcuna clausola di salvaguardia di nessun genere che preveda aumenti di IVA, accise o altro.
Fra le tante promesse, comunque, ce n'è una intramontabile ed è la riduzione delle tasse. Ci risiamo.
Nel frattempo, anche quest'anno, come ad ogni inizio anno dopo la legge di bilancio, i cittadini fanno i conti con le sempre più striminzite risorse cercando di ripararsi dai nuovi, immancabili e puntuali aumenti di pedaggi autostradali, utenze e tributi nascosti.
Il Presidente della Repubblica è stato preciso nel dire che le proposte dei partiti in campagna elettorale devono essere adeguate, realistiche e concrete come richiesto dalla dimensione dei problemi del Paese.
Non siamo sicuri che il suo messaggio sia arrivato alle orecchie dei destinatari. Non lo siamo poiché sono numerose e bizzarre, le proposte arrivate ai cittadini in così poco tempo. Forse qualcuno sta bluffando e purtroppo non stiamo giocando a poker, ma parliamo della quotidianità di milioni di famiglie imprigionate nelle difficoltà.
Vedremo quale sarà la differenza fra gli slogan e le leggi che poi saranno varate e soprattutto saremo curiosi di studiare la presenza della relativa copertura.
Siamo convinti che ogni cittadino italiano quando ascolta o legge proposte di riduzione di tasse o altri temi sulla fiscalità, come ad esempio maggiori detrazioni, deduzioni, aliquote agevolate etc., sia raggiunto dallo stesso pensiero: “ci sono le elezioni”.
Tuttavia, come nostro costume, lasciamo la parola ai numeri. Se tutte le proposte dei partiti fossero applicate ci sarebbe bisogno di trovare risorse disponibili per circa 247 miliardi di euro.
In ordine sparso: abrogazione dell’IRAP (13 miliardi), reddito di cittadinanza (15 miliardi), bonus Renzi 80 euro esteso alle famiglie con figli (5,5 miliardi), abrogazione tassa spese universitarie (1,6 miliardi), pensioni minime a mille euro (18 miliardi), rimodulazione degli scaglioni Irpef (14 miliardi), abrogazione Legge Fornero (140 miliardi almeno fino al 2020), flat tax (40 miliardi) tanto per citarne alcune.
Dovremmo invece ricordarci che nel nostro Paese le risorse, sono limitate e quindi sarebbe meglio concentrarle solo su alcuni aspetti principali garantendo quanto si promette.
Qualsiasi proposta deve scontrarsi con il debito pubblico che secondo i dati contenuti nel Bollettino Statistico mensile di Bankitalia a ottobre 2017 è pari a quasi 2.290 miliardi di euro (131% circa del PIL), rispetto ai 2.284 miliardi di fine settembre. Il secondo più alto dell’UE, dietro solo alla Grecia con il 180% circa del proprio prodotto interno lordo.
Si capisce bene quindi che tutto non si può promettere né realizzare a meno che non si voglia continuare a fare “orecchie da mercante” e, per un nugolo di voti in campagna elettorale, dire anche quello che non è vero…

… L’intero testo è consultabile nell’area riservata del sito web.

.

               
Home Page Rassegna Stampa Comunicati Convegni Iscriviti Contatti
Fondazione Commercialisti Italiani FONDAZIONE COMMERCIALISTITALIANI
CF 94174870488 - PIVA 01697560496 - Numero REA 150515 CCIAA di Livorno
Scali degli Olandesi 18, 57125 Livorno | Tel. 0586.891762, Fax 0586.882512
E-mail Sede: info@fondazioneci.it - Segreteria: segreteria@fondazioneci.it - PEC: segreteria@pec.fondazioneci.it
Tel. 0586.891276, Fax 0586.891280
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200